Georgia e Armenia: i gioielli del Caucaso

Georgia e Armenia

I gioielli del Caucaso

YEREVAN (LAGO SEVAN) – HAGHPAT – SADAKHLO – TIBLISI – GUDAURI – KUTAISI- AKHALSTSIKHE – VARDZIA

11 giorni / 10 notti
partenze dal 25 Aprile al 5 Maggio 2019

PARTENZA DA MILANO

  • PARTENZA
  • Dal 25 aprile 2019 al 5 maggio 2019
  • DOPPIA
  • € 1.670
  • SUPPLEMENTO SINGOLA
  • € 330

Georgia e Armenia: I gioielli del Caucaso

Terra di popoli antichi dalla storia plurisecolare, terra di altopiani, chiese e monasteri, di genti dai volti fieri e sorridenti nonostante il vissuto di un tragico passato.

L’Armenia, incastonata tra l’Europa e l’Asia nella regione del Caucaso,  è il più piccolo stato indipendente   tra le ex repubbliche sovietiche. Il suo patrimonio storico culturale è talmente vasto che sembra quasi impossibile racchiuderlo in una superficie tanto  piccola, che conta  circa un decimo del territorio italiano. Viaggiando tra monti e laghi si visitano i monasteri più rappresentativi dell’Armenia e della religione cattolica, luoghi di culto ma  anche  di grande espressione artistica.

A piccoli passi, varcato il confine, si entrerà nella  vicina  Georgia una delle poche destinazioni al mondo caratterizzata un patrimonio storico – artistico perfettamente conservato in un contesto paesaggistico unico: un territorio montano che fa da sfondo a pittoreschi monasteri e antiche torri di guardia abbarbicati sui crinali di magnifiche montagne. In un contesto fiabesco, sebbene la Georgia per lungo tempo è stata una  terra di contrasti culturali,  non mancano volti fieri, sorridenti e  ospitali come  quelli del suo popolo, infatti, gli abitanti considerano l’ospitalità una caratteristica divina. Il visitatore viene  accolto come  in nessun altra destinazione al mondo. La Georgia è conosciuta ormai a  livello mondiale per essere uno dei maggiori produttori di vino, non mancheranno infatti occasioni per degustare questo squisito nettare. Il viaggio richiede un buono spirito di adattamento per  trasferimenti su strade  non sempre  in ottime condizioni.

1° GIORNO

MILANO – MONACO – YEREVAN(-/-/-)

Partenza da Milano Malpensa per Yerevan via Vienna o altro scalo. Arrivo in serata, disbrigo delle formalità d’ingresso e doganali incontro con il rappresentate locale. Sistemazione nelle camere riservate. Pernottamento.

2° GIORNO

YEREVAN (B/L/D)

Pensione completa. Prima colazione. In tarda mattinata visita di Yerevan, capitale dell’Armenia, a partire dai luoghi di maggior rilievo, il Teatro dell’Opera e del Balletto, Madre Armenia, il monumento Cascade, la Chiesa di St. Katoghike del XIII° secolo, il Matenadaran, l’Istituto dei manoscritti antichi (include più di 17.000 manoscritti antichi, oltre ad archivi e documenti diplomatici dal XIV° al XIX° secolo), il mercato coperto vivace nei suoi colori nella varietà di frutta e verdure. Nel pomeriggio visita del Vernissage – mercato aperto che dà riparo ai pittori dell’Armenia, di forte richiamo per gli appassionati d’arte per i visitatori. Pernottamento in hotel.

3° GIORNO

YEREVAN (B/L/D)

Pensione completa. Prima colazione. Partenza verso la regione di Kotayk. Visita del “tempio del sole” di Garni (III° secolo a.C.), gioiello dell’architettura armena precristiana, l’unico monumento che appartiene alla cultura ellenistica che si conservò dopo la diffusione del cristianesimo in Armenia. La zona intorno a Garni fu abitata sin dai tempi del neolitico e gli archeologi vi trovarono iscrizioni cuneiformi risalenti all’VIII° secolo a.C. Dal tempio si gode la magnifica veduta della gola, in fondo alla quale scorre il Fiume Azat. Ai lati si ergono pareti perpendicolari, formazioni basaltiche a “canna d’organo” che si chiamano “Sinfonia delle Pietre”. Dopo la visita al tempio di Garni, un tuffo nella spiritualità più profonda con la visita del monastero di Ghegard chiamato con il nome della lancia che trafisse il corpo di Cristo. Questo monastero è ubicato in un profondo canyon spettacolare. Per metà costruito e metà scavato nella roccia, risale secondo la tradizione al IV secolo. Pranzo in condivisione con gli abitanti del villaggio di garni e partecipazione alla cottura del pane nazionale ‘’lavash’’ che viene cotto dalle donne del villaggio nel forno sottoterra, fatto completamente in terracotta, chiamato ‘’tonir’’. Rientro a Yerevan e visita del Museo del Genocidio. Cena e pernottamento.

4° GIORNO

YEREVAN (EDJMIATSIN) (B/L/D)

Pensione completa. Prima colazione. Escursione a 20 km da Yerevan, nella regione di Armavir, alla volta della città di Edjmiatsin.Visita dell’omonima cattedrale, il cuore della Chiesa Armena Apostolica, dove risiede il “Catolikos” di tutti gli Armeni (capo supremo della chiesa armena). Il nome del luogo significa “L’Unigenito è disceso” poiché, secondo la leggenda, Cristo apparve a San Gregorio l’Illuminatore e con un mantello dorato mostrò il luogo dove sarebbe stata costruita la prima chiesa cristiana Visita del tempio di Zvartnots (VII° secolo), crollato a causa di un terremoto alla fine del X secolo. Il sito oggi ridotto in rovina, forma una collina di ruderi inesplorati. Pranzo in ristorante tradizionale. Viaita del monastero di Khor Virap costruito dal IV al XVIIº Secondo una leggenda qui fu imprigionato per 13 anni San Gregorio l’Illuminatore, il primo cattolico di tutti gli Armeni, che predicò il cristianesimo in Armenia e quindi lo diffuse nel territorio a partire dal 301. Dal monastero si apre una stupenda veduta sul Monte Ararat sito in territorio turco. Rientro a Yerevan cena e pernottamento in hotel.

5° GIORNO

YEREVAN (LAGO SEVAN)- HAGHPAT – SADAKHLO – TIBLISI (B/L/D)

Pensione completa. Prima colazione. Partenza in direzione nord est verso il lago di Sevan, “un pezzo di cielo adagiato sulle montagne”, situato 1900 m sopra il livello del mare, uno dei laghi di acqua dolce più elevati al mondo le cui sponde sono state state dichiarate Parco nazionale. Vista delle chiese della penisola tra le quali emerge il monastero di Sevanavank che sorge in cima alla penisola e gode di una stupenda vista del lago. La costruzione del monastero è stata patrocinata intorno al 874 dalla principessa Mariam Bagratuni. Il monastero comprende due chiese Arakelots (degli Apostoli), e Astvatsatsin (della Santa Madre di Dio) con un cortile disseminato delle tipiche khachkar (antiche croci incise su pietra). Prima del rientro a Yerevan si effettuerà un giro in barca sulle acque cangianti del lago di Sevan. Proseguimento per Haghpat nella provincia settentrionale di Lori verso il confine georgiano. Visita del complesso di monasteri risalenti al X secolo. Proseguimento per Sadakhlo e dunque attraversamento del confine. Disbrigo delle formalità d’ingresso e proseguimento per Tiblisi. Cena e pernottamento in hotel.

6° GIORNO

TIBLISI (B/L/D)

Arrivo, Tempo a disposizione per il riposo. Prima colazione. Giornata dedicata alla visita del centro storico di Tbilisi: la Chiesa di Metekhi, la Cattedrale di Sioni, la Basilica di Anchiskhati, la Fortezza di Narikala, il quartiere di Abanotubani (Terme Sulfurei).

Nel pomeriggio visita del Museo Nazionale, che presenta un’esposizione unica dei reperti rinvenuti nel territorio della Georgia. Il giro si conclude con la passeggiata lungo il Viale Rustaveli, il viale principale della città. Cena in ristorante. Pernottamento in hotel.

7° GIORNO

TIBLISI – GUDAURI (B/L/D)

Colazione in albergo. Partenza alla volta di Kazbegi in direzione nord-ovest percorrendo la grande strada militare georgiana. Lungo il percorso si visita la fortezza di Ananuri. Proseguimento verso nord attraverso il Passo di Jvari (2400m) . Arrivo a Kazbegi, piccola cittadina situata ai piedi del Monte Kazbeg (5047m.) e visita alla Chiesa della Trinità di Gergeti ( in 4×4) posta in un punto molto panoramico da cui si gode il paesaggio delle montagne circostanti coperte da ghiacciai perenni. Sistemazione in hotel a Gudauri (2.196 mt), nota località di villeggiatura montana georgiana. Cena e pernottamento.

8° GIORNO

GUDAURI – KUTAISI (B/L/D)

Prima colazione e partenza verso ovest alla volta di Kutaisi. La prima sosta sarà a Mtskheta antica capitale della Georgia orientale dal III secolo al V secolo d.C e importante centro spirituale sin dai tempi in cui il cristianesimo divenne religione ufficiale. Tutt’oggi nella cattedrale di Svetiskhoveli si svolgono importanti cerimonie della chiesa ortodossa georgiana. Visita della cattedrale e del monastero di Jvari posto in cima ad una collina. L’importanza e la bellezza di questi siti religiosi sono tali da rendere note le chiese nella lista del patrimoni dell’Umanità dall’Unesco. Proseguimento per la città di Gori, che ha dato i natali a Stalin, che si raggiunge dopo circa un’ora. A circa 10 Km da Gori si incontra l’affascinante e insolita città rupestre di Uplistsikhe. Fortezza del Signore è il significato letterale della città che, con i suoi tremila anni di storia – fondata appunto nella tarda età del bronzo- è considerata dagli archeologi uno dei più antichi insediamenti urbani della Georgia.
All’epoca, il complesso era un centro religioso molto importante per i culti pagani. In seguito con la diffusione del cristianesimo perse di importanza fino ad essere lasciata all’abbandono.
Proseguimento per Kutaisi cena, sistemazione in hotel e pernottamento.

9° GIORNO

KUTAISI – AKHALSTSIKHE (B/L/D)

Prima colazione. Al mattino visita dei dintorni di Kutaisi: il monastero di Gelati a 9 Km da Kutaisi sito su un pendio di una collina boscosa e costruito agli inizio del 1100. Questo complesso fu un importantissimo centro culturale in epoca medioevale taleda vantare la fama di una seconda Gerusalemme nonché di una nuova Atene. Il monastero era dotato di un’accademia nella quale lavoravano i personaggi illustri del paese, i migliori scienziati ma anche teologi e filosofi. Vista della Cattedrale di Bagrati del 1003. Proseguimento verso sud per Akhalstsikhe. Visita del castello di Rabati e del museo etnografico. Questo castello è una delle attrazioni più imponenti della città è stato costruito nel XIII secolo. La sua architettura riflette le differenti culture che si sono sviluppate nel corso dei secoli successivi. All’interno del complesso del castello di 7 ettari c’è una chiesa, una moschea, un minareto e una sinagoga. Sistemazione in hotel a Akhalstsikhe cena e pernottamento.

10° GIORNO

AKHALSTSIKHE – VARDZIA – TIBLISI (B/L/D)

Prima colazione e partenza per Vardzia che si raggiunge dopo circa 60 Km. La città rupestre di Vardzia conserva intatta una magia d’altri tempi. Il monastero che si vista è stato scavato nel fianco del monte Erusheli per volere della regina Tamara nel 1185.
Questo complesso consiste in più di seimila stanze incastonate nella roccia, nascoste e disposte su tredici piani, nelle quali la popolazione si rifugiava dalle invasioni mongole. In passato il sito includeva una chiesa, una sala reale e un complesso sistema di irrigazione che portava acqua alle terrazze coltivate. Unico accesso al complesso era offerto da alcuni tunnel ben nascosti le cui entrate erano situate nei pressi del fiume Mtkvari. Al termine delle visite rientro a Tiblisi. Cena di arrivederci con vino georgiano (sfuso) incluso. Pernottamento.

11° GIORNO

TIBLISI – MILANO (-/-/-)

In tempo utile trasferimento in aeroporto e imbarco su volo di linea Lufthansa di rientro per l’Italia .

Le quote comprendono:

  • Voli di linea Lufthansa /Austrian in classe economica
  • Hotel menzionati, o se non disponibili, altri della stessa categoria, su base camera doppia standard
  • Trattamento come da programma , pensione completa
  • Trasferimenti, in bus ingressi come da programma
  • 1 bottiglia di acqua naturale/minerale al giorno in autobus
  • Guida locale parlante italiano per tutto il tour
  • Gadget, etichette bagagli e documentazione illustrativa varia
  • L’assicurazione per l’ assistenza medica, il rimpatrio sanitario ed il danneggiamento al bagaglio
  • Polizza viaggi rischio zero

Le quote non comprendono:

  • Le bevande ai pasti, le mance, il facchinaggio,
  • Extra di carattere personale, eccedenza bagaglio
  • Le tasse per macchine fotografiche o videocamere, eventuali tasse locali
  • Le escursioni facoltative e tutto ciò non evidenziato nella voce “la quota comprende”
  • Assicurazione annullamento
  • Tasse aeroportuali soggette a variazione € 265
  • Quota  di iscrizione € 95

Vuoi ulteriori informazioni o prenotare? Compila i campi qui sotto!

0 + 1 = ?